La Spadarina

Ernesto Achilli

Dario Albanesi

Roberto Albertaro

Serafino Albonico

Domenico Armento

Andrea Arnaboldi

Odino Bacchin

ROSS Balzarini Rosanna

FRANCA BANDERA - Baf

Elena Bellaviti

Giulio Belloni

Loredana Bendini

Maria Grazia Bonomi

Carla Brandinali

Giusella Brenno

Gwenda Camazzola

Stefania Caracciolo

Agostina Carrara

Antonio Casolin

Elena Cavanna

Rita Giovanna Cavicchi

Ornella Colombi

Giambattista Colucci

Alberto Cori

Ionel Cuculiuc

Elvira De Micheli

Clementina Almeida De Moura

Eliana Della Mora

Enio Di Stefano

Cristina D’Ambrosio

Germana Eucalipto

Marina Falco

Antonio Fiesoli

Maria Angela Fiorasi

Luigi Franco

Tiziana Franzin

Elisa Frigerio

Giacomo Frigo

Liliana Fumagalli

Irina Ganiceva

Piero Gianfranceschi

Magdalena Grandi

Claudio Guatteri

EOYKOS Il gruppo dei sei

Luigina Lorenzi

Francesca Lupacanto

Carmen Màdaro

Katariina Mansikkaniemi

Giacomo Marciante

Mauro Masetti

Maria Matti

Elisa Migliaccio

Manuela Morena

Sergio Notti

Diffrazione del Rosso
Cavalcando un raggio di luce
Curvatura dello Spazio-Tempo
Tuffo nell'irrazionalità
Kaos
Guardando oltre
Mediterraneo
Presenze

Anita Orsolini

Alessio Papa

Gianguido Pastorello

Roberto Pestarino

Salvatore Piras

Alessandro Pizzoli

Silvia Polizzi

Janpol Portalis

Maria Grazia Roccato

Rosario Scrivano

Carlo Scrocchi

Silvia Secco

Carmen Selves

Pierromolo Serrati

Domenico Spampinato

Ezio Tambini

Sonia Tonegato

Milena Via

Paolo Volpe

Mariagrazia Zanetti

Curvatura dello Spazio-Tempo

Sergio Notti (2010)
100x70 cm
acrilico
Curvatura dello Spazio-Tempo


€. 1.000

Opera pubblicata sul catalogo d’arte moderna Mondadori 2012.
Omaggio al padre della teoria della relatività, Albert Einstein; il reticolo presente su tutto il quadro rappresenta lo spazio-tempo, che, secondo la teoria della relatività, viene incurvato da corpi di massa non nulla, in funzione della massa del corpo stesso. La massa, in questo caso, viene rappresentata dal peso e dalla profondità del pensiero di Einstein; oltre a ciò, i colori rappresentano il livello di maggiore o minore curvatura. Sulle due fiancate del quadro viene riportata la più celebre formula scoperta dallo scienziato, ovvero e = mc2, realizzata con un gel al fosforo, che, dopo aver preso luce di giorno, al buio si illumina, accendendosi di turchese e proiettando la formula sul muro in prossimità del quadro.

Ritorna alla home
Visite alla pagina:297
Stile del sito: black spring blue orange autunno