La Spadarina

Dario Albanesi

Domenico Armento

Andrea Arnaboldi

Odino Bacchin

Giuseppe Ballini

Elena Bellaviti

Giulio Belloni

Enrica Belloni

Loredana Bendini

Omero Benedetti

Federica Bortolin

Carla Brandinali

Giusella Brenno

Gwenda Camazzola

Piero Carozzi

Ivana Casalino

Antonio Casolin

Rita Giovanna Cavicchi

Sofia Cavicchini

Ornella Colombi

Giambattista Colucci

Cinzia Coronese

Jozef Coudijzer

Ionel Cuculiuc

Feliciano Dal Prà

Claudio Dal Prà

Elvira De Micheli

Clementina Almeida De Moura

Massimo De Nadai

Eliana Della Mora

Germana Eucalipto

Marina Falco

Elena Fantini

Carolina Ferrara

Rita Festi

Valter Fiorani

Luigi Franco

Tiziana Franzin

Elisa Frigerio

Giacomo Frigo

Liliana Fumagalli

Irina Ganiceva

Aska Mendys Gatti

Ercole Gino Gelso

Piero Gianfranceschi

Magdalena Grandi

Maria Franca Grisolia

Claudio Guatteri

EOYKOS Il gruppo dei sei

Vittoria Litrico

Luigina Lorenzi

Francesca Lupacanto

Fabio Maestripieri

Katariina Mansikkaniemi

Giacomo Marciante

Mauro Masetti

Maria Matti

Mirella Momentè

Gampaolo Monsignori

11 Settembre, Chaplin.
Egidio
Nucleo
Atlante
Cheope
Donald Trump
Splash
Cenerentola

Manuela Morena

Luciano Morlacchini

Giorgio Moro

Leyla Aysel Munteanu

Anita Orsolini

Roberto Peddone

Roberto Pestarino

Eddi Pettenò

Salvatore Piras

Alessandro Pizzoli

Silvia Polizzi

Janpol Portalis

Roberto Re

Andrea Recchia Rizzardi

Garcia Sacha

Martina Schirato

Rosario Scrivano

Carlo Scrocchi

Silvia Secco

Stefania Secondini

Carmen Selves

Pierromolo Serrati

Domenico Spampinato

Ezio Tambini

Pierre Tchakhotine

Sonia Tonegato

Paolo Volpe

Mariagrazia Zanetti

Splash

Gampaolo Monsignori (2017)
70x18x18 cm
t. mista
Splash



€. 2.200

“Splash”

Ogni tanto mi prende voglia di giocare.
Cerchi metallici malridotti, usati o destinati per chissà cosa.
Hanno suscitato un qualcosa.
Saldati in modo causale, a mano libera, in caduta libera come uno Splash.
Angoli più aperti, più chiusi, inclinazioni casuali, contorto e avvitato su se stesso.
Ora viene il bello trovare il suo baricentro.
Facile dare sfogo alla fantasia, ma poi..... se non sta in piedi.....
Un altro anello di base, messo in piano, una mano sul punto più alto dell'opera.
Finalmente.. un solo dito leggermente appoggiato la sostiene.
La lascio a se stessa, la parte tonda appoggia per un millimetro sull'altra in piano ma si sorregge.
La lascio e la riprendo, ora resta in piedi da sola, per un attimo, ma auto sorretta.
In un istante con l'altra mano innesco la saldatrice, perfetto.
La tocco, la spingo, fa da molla, si muove su se stessa e non cade.
Tutto mi affascina, specialmente quelle cose che avrei dovuto studiare prima e che sto riscoprendo ora.
Li fisica, la scienza, conoscere quello che ci sostiene, quello che ci fa vivere questo mondo nelle nostre quotidianità.
Siamo circondati di tutto questo e non ci domandiamo il perchè succede.

Ritorna alla home
Visite alla pagina:220
Stile del sito: black spring blue orange autunno