La Spadarina
Plasmata Avvezzo all'ira Le ali della pace Solo,con la forgia Dritto al cuore La progenitrice Pour la femme Segno netto

Cinzia Coronese




Cinzia Coronese nasce a Lucca e si diploma al Liceo Artistico frequentando la sezione “accademia”. Qui perfeziona la sua predisposizione all’arte studiando storia dell’arte, disegno, pittura, anatomia. Il professore che in quegli anni le ha lasciato qualcosa di importante è stato Massimo Micheli, insegnante di “ornato disegnato”. E’ riuscito infatti a farle accrescere la passione per questa disciplina insegnandole non solo a perfezionare la tecnica , ma, cosa importante, a sognare e ad interpretare l’oggetto o la figura da eseguire.
Dal termine della scuola fino agli anni ’90 la Coronese si dedica soprattutto al disegno a carboncino e proprio in questi anni un suo amico pittore Mauro Maffucci vuole portare con sè a Venezia alcuni quadri della pittrice per esporli assieme alle proprie opere ad una mostra d’arte nata in occasione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Questa è stata l’ occasione che ha portato la Coronese a far conoscere i suoi lavori fuori dalla propria città. Da qui in poi ha iniziato a concentrarsi sulla pittura a olio e a partecipare a varie mostre sia in Italia che all’estero ( Torino, Foggia, Nizza, Monte Carlo…) ricevendo premi e riconoscimenti.
Sono poi iniziate le mostre personali: la prima a Pescia nel 1995 curata da Claudio Codecasa. Nel 2010 personale intitolata “ Antiquitas Passim “ nel centro medievale di Altopascio. Nel 2011 “Note d’Arte a Villa Rinascimento”. Nel 2012 a Villa Bottini con la mostra intitolata “ La Riscoperta delle Virtu’”. Nel 2016 personale curata dall’artista Ilaria Bernardi al Co-Housing Del Moro nel centro storico. Così scrive di lei la Bernardi: “Eclettismo come ricerca, nelle opere di Cinzia Coronese con sguardi orientati a forme classicheggianti oppure a favolosi paesaggi intrisi di mistero e di sogno. L’insieme comunica voglia di entrare in un meraviglioso giardino di delizie”.
Nel 2008 la scrittrice Franca Lombardi Del Roso propone alla Coronese di entrare a far parte dell’ Associazione Artistica “Arte in Lucca”(associazione composta da pittori, scultori, ceramisti, fotografi ;artisti lucchesi per nascita o scelta) con lo scopo di creare mostre e costituire un museo d’Arte Contemporanea con la collaborazione del Comune, della Provincia e delle Fondazioni. La Coronese accetta la proposta diventando così membro dell’associazione e successivamente del Consiglio Direttivo. Diventa poi“segretaria” e “coordinatrice” agendo sempre a stretto contatto con la Presidente di Arte in Lucca, l’archeologa Elisabetta Abela. Nel 2012 l’opera intitolata “Il volo perfetto” viene collocata in maniera permanente nel museo aeronautico “Volandia” di Malpensa, Milano.
Nel 2014 la pittrice viene selezionata dal critico Paolo Levi per partecipare alla 1° Biennale della Creatività di Verona. Levi ne è il direttore critico, Vittorio Sgarbi il presentatore. Sgarbi successivamente inserisce la monografia della pittrice all’interno dell’ Annuario d’Arte Contemporanea da lui curato intitolato “Artisti” e ne sottolinea “l’originalità della sua ricerca stilistica”.
Nel 2016 il Presidente dell’Italcaccia sez. di Porcari Giovanni Baldacci propone a Cinzia Coronese la realizzazione di un dipinto da donare al Pontefice Papa Francesco.
Articolo tratto da LoSchermo.it - Prosegue dunque il momento d’oro della carriera di Cinzia Coronese che da marzo ad oggi l ‘ha vista impegnata in un quasi “tour de force” tra mostre ed eventi con emozioni uniche come l’aver consegnato assieme a Giovanni Baldacci personalmente nell’udienza del 1° marzo 2017 una brochures e un DVD del Convegno sulle “biodiversità” organizzato a Porcari dallo stesso Baldacci e di un dipinto da lei realizzato intitolato “Pretiosa Genesis”. Successivamente ha ricevuto la meravigliosa sorpresa di una lettera di ringraziamento scritta per conto del Sommo Pontefice Papa Francesco, da Mons. Paolo Borgia della Segreteria di Stato Vaticana. Nella lettera Cinzia e Giovanni vengono ringraziati ed inoltre il Santo Padre la esorta, nella missiva,ad una sempre proficua attività al servizio dell’arte e della bellezza e le da la sua Benedizione Apostolica. Ad aprile tiene la mostra personale “5 Volti del Mito” presso il Chiostro di S.Caterina in piazza S.Frediano a Lucca. Nel mese di maggio in occasione della Festa de “La Sorgente “ a Guamo, vince il 1° premio con l’opera intitolata “La contesa” con il seguente giudizio critico: Cinzia Coronese attraverso una pittura minuziosa, esalta la luce e l’amore poetico per la natura intrisa di storia. Sempre a maggio sulle mura urbane di Lucca al Castello di Porta S.Pietro sede dei “Lucchesi nel Mondo” esposizione di alcuni suoi lavori nell’ambito dell’iniziativa foto-pittorica “Berta e il suo tempo” assieme al regista Vincenzo Moneta e alla pittrice Janet Kay Lilly. Ed infine a giugno la grande mostra “Artown, collezione d’arte della Città di Lucca” che sta riscuotendo un grande successo. Un patrimonio di alto valore artistico con firme veramente importanti visitabile alla casermetta S.Frediano sulle mura urbane di Lucca. Un evento artistico-culturale unico e tanto atteso per la nostra città nato grazie all’impegno della Presidente dell’associazione Arte in Lucca, dei membri del Consiglio Direttivo e di tutti gli artisti facenti parte di tale associazione-.
Nel dicembre 2017 l’artista viene invitata a creare una sua mostra personale all’interno dell’ importante Convegno sul tema della Sacra Sindone alla Fondazione G.Lazzareschi di Porcari, Lucca. Proprio per l’occasione la Coronese presenta il nuovo dipinto “a tema” intitolato “T.S.2017 e alla fine del Convegno viene insignita dal Presidente dell’Accademia Costantina, del titolo onorifico di “accademico d’onore”.
Contatti
La Spadarina
0523-757977

Ritorna alla home
Visite alla pagina:235
Stile del sito: black spring blue orange autunno