La Spadarina
Disgregazione Materica 15 Disgregazione Materica 16 Disgregazione Materica 17 Percezione in Rosso Percezione Materica Romanticismo Industriale 1 Romanticismo Industriale 4 Romanticismo Industriale 6

Garcia Sacha



Sacha Garcia nasce a Lentini (Sr) il 13 marzo 1975. Dopo il diploma si trasferisce a Bologna, dove si
laurea al Dams Arte con una tesi sulla nascita del manifesto pubblicitario e la sua evoluzione fino
all’Avanguardia futurista. Le opere sono costituite da assemblaggi di materiali diversi, ritagliati in sca¬glie irregolari, accostati e sovrapposti, al fine di creare textures monocromatiche ricoperte da cica¬trici di colori contrastanti o dai toni più vicini allo sfondo. Astrattismo geometrico associato alla ricer¬ca sui materiali (acrilici, alluminio, catrame, elementi naturali, malta, pelle, pellicole fotografiche/ radiografiche/cinematografiche, plexiglass, polaroid, resina, smalti) e alla sperimentazione di possibili sovrapposizioni tra questi. Nel maggio 2014 realizza un’importante personale alla galleria Maurizio Nobile di Bologna. Nell’anno prece¬dente alcune sue opere vengono esposte nelle sale del Piccolo Teatro del Baraccano, mentre nel 2012 espone presso lo show room Tecno Design e una sua installazione viene inserita all’interno dell’evento Artefiera Off di Bologna. Nell’e¬state 2011, in collaborazione con la galleria Zamenhof di Milano, partecipa alla collettiva Il Segno 2011 e nello stesso periodo allestisce alcune sale all’interno dell’Aemilia Hotel di Bologna. Precedentemente era presente alla collettiva Ragu presso l’Ex Macello di Russi, a Ravenna e a Bologna con il Premio Celeste. Nella primavera 2010, in collaborazione con Case Aperte, lo Stile Libero di Bologna ospita una sua mostra personale. Nel 2008 è a Firenze con la collettiva di Ga¬darte a cura della rivista Eco d’arte moderna, e ancora a Bologna, presso la galleria C.30 Art Gallery. All’inizio del 2007 partecipa alla collettiva Premio Italia per le arti visive di Firenze. L’anno precedente è a Roma con la collettiva Open Art, e nel 2005 realizza una personale a Lucca, negli spazi della galleria Giò Art. Precedentemente ha partecipato al Premio internazionale di pittura Luigi Bramati, Umanità e Natura di Lodi indetto dalla galleria milanese Ponte Rosso e al Premio Giovanni Olindo Colosso di Asti. Nel 2004 partecipa alla collettiva del Premio Italia per le arti visive, ricevendo il premio editoriale dalla rivista Eco d’arte moderna. Il 2003 vede diverse partecipazioni: dall’expo SconfinArt di Trento al Castello degli Agolanti di Riccione, dove realizza una personale, dalla collettiva Connessioni di arti contemporanee di Marostica (Vi) alla Biennale d’arte contemporanea Leonardo da Vinci di Roma, dove riceve il premio della critica.

Contatti
La Spadarina
0523-757977
339-5092244

Ritorna alla home
Visite alla pagina:1959
Stile del sito: black spring blue orange autunno